Intervista a me? Emozione -FabCroc.com

Intervista a me? Emozione

Fabcroc

Quando ho ricevuto il messaggio di Claudia blogger di www.alluncinetto.it con il quale mi contattava per potermi fare una “intervista” lo ammetto ho gongolato! Perchè potevo dire la mia e sopratutto interessava a qualcuno! Vi riporto un estratto delle domande più caratterizzanti che Claudia ha saputo scegliere con molta cura, mentre per il resto dell'”intervista”  potete leggerla su alluncinetto.it 

[…] Iniziamo con una cosa facile facile. Chi sei?

Ciao sono Fabiana Canu! Il mio cognome tradisce le mie origini, ma sono una toscanaccia nello spirito. Lavoro nel campo dell’arredamento e sono circondata tutto il giorno da tessuti poi torno a casa e mi immergo in lana e cotone per la mia grande passione che è l’uncinetto.

Dove prendi ispirazione per le tue creazioni? Quali materiali usi per creare?

Più che ispirazione sono le mie fisse! Le mie creazioni sono principalmente rivolte ai bambini perché adoro i giocattoli, allora le bambole Fabdoll ritraggono le mie favole preferite, i vestitini sono colorati e rigorosamente “trine e merletti free”. Gioco poi con i colori del mio cotone per creare amigurumi divertenti e in testa alla mia classifica ci sono frutta, e personaggi dei cartoni e fumetti. Da poco ho posto grande attenzione all’uso di materiali biologici per realizzare giocattoli e oggettini per i neonati, e ho scoperto una corrente sotterranea di produttori dedicati alla vendita di materiali sicuri.

Cosa pensi del panorama handmade italiano?

E’ un mondo nuovo per me ma lo trovo pieno di persone fantastiche, disponibili per collaborazioni e scambi di idee. Non ci sono regole, ma il rispetto del lavoro altrui mi ha permesso di entrare in questo mondo di artisti che fanno piccoli capolavori. E’ un terreno difficile, sottostimato e avrebbe bisogno di aiuto per crescere.

Hai una lista di blog creativi che ti piacciono particolarmente e che visiti spesso?

Oh sì! Adoro le creazioni grafiche di Juice for Breakfast con i suoi personaggini rotondi e gommosi, le collane my-selfie di Faccio e disfo in legno dipinte a mano da Rita sono una più carina dell’altra. Seguo e ammiro l’uncinetto della zia Inuccia che ha lo stile ironico che piace a me e poi ovviamente Gaia Segattini l’inesauribile blogger e designer di Vendetta Uncinetta. Quando inforca l’uncinetto fa cose ganzissime, passatemi il toscanismo ed è un bel motore per l’handmade italiano con i suoi articoli ed eventi.

Per continuare con la lettura dell’intervista saltate qui

1 CommentLeave a comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Completa la formula (inserisci la risposta in cifre) Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.